» L’urlo


L’urlo

…avrei voluto fuggire in quel momento….ma le mie gambe erano immobili al suolo, come due ancore di un transatlantico.

Ho sempre pensato di essere più forte della paura, ma quella bastarda non voleva smettrla di aggrapparsi alla mia gola, di infilarsi dentro la mia testa con mille colpi d’accetta al raziocinio…

Simona Caponera

Condividi:
  • Facebook
  • MySpace
  • TwitThis
  • Live
  • E-mail this story to a friend!

Post a Comment

You must be logged in to post a comment.